• Home
  • Blog
  • PRENDERE APPUNTI: UN’ARTE O UNA NECESSITÀ?

PRENDERE APPUNTI: UN’ARTE O UNA NECESSITÀ?

 

Durante le ore di lezione in una scuola superiore, le distrazioni sono molteplici e talvolta non si ha la concentrazione giusta per cogliere tutte le informazioni rilevanti che il prof ci sta dicendo, annotandole correttamente.

Prendere appunti durante una lezione universitaria può essere ancora più difficile, soprattutto dopo due ore ininterrotte di scrittura seguendo un professore che vuole dire tutto nel poco tempo che ha a disposizione.

Quanti di voi si sono trovati in questa situazione? Probabilmente tutti…

 

Con alcuni professori è indubbiamente più semplice prendere appunti: c’è infatti una categoria di insegnanti che pensa a “facilitare” gli alunni nella loro attività, spiegando con schemi, facendo pause per dare tempo agli alunni di prendere nota di quanto detto, inserendo nei passaggi alla lavagna annotazioni utili, ecc.

 

Dall’altra parte, con alcuni professori prendere appunti è un incubo; parlano velocemente e vogliono dire tutto in poco tempo, fanno dimostrazioni infinite alla lavagna, hanno un tono di voce basso e monotono, e così via.

 

Ognuno di noi impara a conoscere chi gli spiega ed è importante capire come prendere appunti utilizzando la massima efficacia possibile, in quanto questo momento è molto rilevante ai fini dello studio finale.

 

Alcuni punti su cui riflettere e che possono aiutare a migliorare questa parte della nostra vita da studenti.

 

1 – Gli appunti sono personali

Già, è facile fare le fotocopie del compagno di banco particolarmente bravo a scrivere e che fa tanta fatica per stare dietro al prof. Ma indubbiamente ognuno ha il suo stile di elaborare le informazioni, e scrivere appunti sul proprio quaderno è il primo step del processo di immagazzinamento e di studio.

Meglio quindi fare un po’ di fatica in più subito e sforzarsi di scrivere per conto proprio.

 

2 – Non è necessario scrivere tutto

Se alcune cose sono già note oppure non sono rilevanti, meglio concentrarsi su ciò che ò fondamentale e inserire solo alcune note a margine per gli aspetti meno importanti.

 

3 – Gli schemi e i colori ci aiutano

Se scriviamo tutto nello stesso carattere e con la stessa impaginazione, il lavoro di studio sarà certamente più difficile, in quanto dovremo rielaborare tutti gli appunti.

Se invece riusciamo già in aula a schematizzare, evidenziare e suddividere in capitoli, a casa il lavoro di studio sarà sicuramente agevolato.

 

4 – Più appunti si prendono e meglio si riesce a prenderli…

L’arte di prendere appunti è un circolo virtuoso: solo con la pratica e con l’esperienza si impara a essere efficaci e produttivi in classe.

Cerchiamo quindi di concentrarci il più possibile, consci del fatto che a casa, quando saremo stanchi ed esausti per l’ennesima materia da studiare, la nostra vita di studenti può essere facilitata.

Vuoi rimanere aggiornato con il nostro blog? Iscriviti alla nostra newsletter!

Altri articoli che potrebbero interessarti


SHOP